Cosa vedere a MYKONOS in 5 ore

mykonos

Cosa vedere a MYKONOS in 5 ore

Per la nostra vacanza estiva nelle isole greche, siamo atterrati proprio nella famosissima Mykonos e abbiamo preferito fare un giretto nelle sue viuzze per scattare qualche foto e prendere l’ultimo traghetto della giornata che ci avrebbe portato alla prossima isola. 

Il bus dell’aeroporto ci ha lasciato al Porto Nuovo (dove si trovano solo gli attracchi delle navi da crociera e dei traghetti che partano per le altre isole) abbiamo preso il Seabus che con € 4,00 a testa ci ha portato al Porto Vecchio, da dove abbiamo iniziato la nostra visita del centro dell’isola a piedi.

Il Porto Vecchio è incorniciato da numerosi ristorantini dove poter mangiare qualcosa di tipico ma turistico ed è proprio da qui che inizia Matoyianni Street, la strada pedonale dello shopping e della movida dell’isola che arriva fino a Little Venice. Questa famosissima e stretta via racchiude tutte le caratteristiche dell’architettura tipica delle Cicladi, che abbiamo sempre visto nelle foto prima di venire in Grecia: case, pavimenti, scalinate e muri tutti dipinti rigorosamente di un bianchissimo acceso, finestre e balconi blu, angoli fioriti ovunque e un ordine e pulizia unici, quasi maniacale. Lungo il percorso si possono trovare negozi di tutti i generi, dall’alta moda ai classici negozi di souvenir, alle boutique arredate in stile Grecia Antica ai localini etnici. Ma in questa strada principale è impossibile resistere alla voglia di perdersi tra i suoi vicoletti laterali e scoprire scorci da cartolina veramente irripetibili, da far perdere la testa a qualsiasi appassionato di fotografia o a maniaci di Instagram.

Arrivati a Little Venice si rimane a bocca aperta a vedere queste prima schiera di casette sull’acqua come a Venezia, ed è proprio per questa somiglianza che questo quartiere è stato chiamato così. Qui potrete trovare delle angolazioni fantastiche per le vostre foto con la luce del giorno ma soprattutto al tramonto, dove tutto si colora di arancione. Qui si possono trovare negozietti e molti localini lungo mare dove poter fare colazione o rilassarsi sorseggiando un aperitivo.

Da questa zona si intravedono già i noti Mulini di Mykonos, situati nella località di Kato Myli e raggiungibili a piedi proseguendo da Little Venice oppure arrivando in macchina/motorino dal centro dell’isola si trova il parcheggio segnalato per fare una breve sosta. Un tempo i mulini venivano utilizzati per la macinazione del grano coltivato nell’isola, mentre ora non sono più funzionanti, sono stati ridipinti e sistemati per diventare una delle attrazioni turistiche più famose di Mykonos per scattare la classica foto-ricordo con allo sfondo un panorama a dir poco pazzesco.

Da questa zona noi abbiamo proseguito sempre a piedi per raggiungere la prima spiaggia dell’isola per goderci anche un po’ di mare e siamo arrivati a Mykonos Bay, una spiaggia mista di sabbia grossa e sassolini, dove il mare è molto bello ma non eccezionale e ci sono poche persone. Una piccolissima parte è attrezzata con dei lettini e ombrelloni, ma la maggior parte è spiaggia libera poco frequentata e quindi se cercate pace e tranquillità questo è il posto giusto. 

Le nostre ore a Mykonos sono terminate ed è arrivata l’ora di salire a bordo del traghetto che ci porterà a nuove avventure, ma questa isola è molto di più di quello che abbiamo potuto vedere noi in così poche ore, perché è famosa per la vita notturna, le discoteche, il divertimento nelle spiagge più festaiole della Grecia, ma anche surf, immersioni, musei, hotel e localini romantici. Quindi riassumendo è un bel connubio di attrazioni che può accontentare un po’ tutti i gusti, dai più festaioli ai più romanticoni.