Weekend a PAROS

Weekend a PAROS

Lasciata la famosa Mykonos, la nostra seconda tappa della vacanza in Grecia è la romantica e poco conosciuta PAROS, al centro dell’arcipelago delle Cicladi.

Ancora ora quando ci ripenso mi emoziono, perché questa isola mi è proprio rimasta nel cuore, per il suo luminoso centro storico, così bianco e anche così colorato, con gli ingressi delle case e dei negozi, tutti rigorosamente bianchi candidi ma punteggiati di fioritissime buganvillee.

Paros mi ha trasmesso tanto perché l’ho sentita molto simile a me, ha molto più stile delle altre isole Greche che ho potuto visitare, è più sofisticata e fascinosa, è un’isola più giovane e dinamica ma senza eccessi, un posto elegante e fighetto dove si possono trovare hotel e ristorantini di gusto e per fortuna pochi palazzoni turistici.

È molto piacevole camminare nella graziosa Paroikia, la prima città che si incontra arrivando dal suo trafficato porto che collega le altre isole tramite i traghetti. Questa città possiede un labirintico centro storico che si sviluppa tra stradine e vicoli con le tradizionali casette bianche con porte e finestre azzurre, affollato di caffetterie, negozi e ristoranti.   La parte più alta, ai piedi delle rovine di una fortezza e del castello, offre una vista splendida sul porto. Mentre la sera l’incantevole lungomare brulica di gente a passeggio in questa cittadina dall’atmosfera romantica e seducente.

Come punto di partenza per visitare l’isola, io consiglio di alloggiare proprio a Paroikia, come abbiamo fatto noi, anche perché negli ultimi decenni c’è stato un notevole sviluppo turistico, pertanto non è difficile trovare un alloggio di categoria media con un buon rapporto qualità prezzo.  Inoltre, la città è ben servita da bar, taverne, servizi turistici e agenzie di noleggio auto/motorini.

Per il nostro weekend abbiamo preferito affittare un motorino 125 cc per poter esplorare l’isola in tutta comodità e semplicità, senza preoccuparci di trovare parcheggio in centro o presso le spiagge, e devo dire che è stata una scelta azzeccatissima.

Il secondo centro dell’isola è Naoussa, un villaggio pittoresco situato a nord dell’isola che si affaccia su una grande baia. Il porto è ancora dedicato alla pesca che è una delle principali attività della cittadina, ricco di barche e barchette di pescatori, con allo sfondo una schiera di casette bianche che rendono questo luogo molto caratteristico e unico. Ma Naoussa è anche il fulcro della vita notturna, perché è qui che si trovano molti locali pub e discoteche alla moda, aperti tutta la notte per gli amanti del divertimento ma mai invadente.

Mentre, per gli amanti del relax e della quiete assoluta, con una breve navigazione in partenza dal porto principale di Paros, si può raggiungere l’isola di Antiparos, dalla natura quasi incontaminata e con pochi alloggi paradisiaci.

Le SPIAGGE:

Le spiagge a Paros sono veramente tante ed è impossibile elencarvele tutte quindi qui sotto ho selezionato le 3 che ci hanno colpito maggiormente con stili differenti:

Kalogeros Beach si trova ad Est dell’isola, in una scenografica insenatura, dove le rocce scendono a picco sul mare e creano un contrasto cromatico da lasciare senza fiato. La spiaggia non è attrezzata e non c’è nessuna zona all’ombra, quindi è necessario e consigliato portare con sé ombrellone e viveri. Questa è una tranquilla spiaggetta, non molto grande e anche poco frequentata, ma che ha la particolarità di potersi fare dei fanghi naturali, bagnando con l’acqua di mare le rocce si ottiene dell’argilla per fare degli impacchi. Inoltre, come è segnato all’ingresso della baia, a causa del passaggio delle barche, ci possono essere delle onde “anomale” che possono bagnare gli oggetti lasciati a riva, perciò consiglio di stare nella parte centrale della spiaggia, scegliendo i posti più indietro e lontani dal mare.

Santa Maria Beach dista circa 6 km da Naoussa ed è una delle più grandi spiagge di Paros con sabbia fine, fondale basso, mare cristallino, riparata dal vento ed è proprio per queste sue caratteristiche che questa spiaggia piace molto ed è adatta anche alle famiglie con bambini. Inoltre, grazie alla sua dimensione, questa spiaggia non sarà mai super affollata ed è facile trovare un posticino scegliendo se riposarsi nella parte attrezzata con ombrelloni, lettini, bar, docce, bagni, scuola di windsurf e tutti i confort o se spaparanzarsi al sole nella spiaggia libera.

Pounda Beach non è adatta per chi desidera la pace e la tranquillità, perché qui c’è la vera movida, grazie a degli stabilimenti balneari con localini e varie attrazioni tra cui anche la piscina. La mattina si riesce ancora a godersi il mare in silenzio, ma dal pomeriggio fino a sera, si scatenano dei veri e propri beach party con musica ad alto volume, fiumi di cocktail, balli e divertimenti vari.

Come arrivare a Paros?

AEREO: Paros è dotata di un piccolo aeroporto nazionale raggiungibile solo con voli interni provenienti da Atene. Oppure si può arrivare in aereo dall’Italia fino a Mykonos e successivamente raggiungere l’isola con aliscafo o catamarano veloce, come abbiamo fatto noi (leggi l’articolo precedente).

NAVE: con traghetti o aliscafi veloci in partenza dal porto del Pireo che dista circa 10 km da Atene.